Profane n.15

$34.00

Profane è una rivista indipendente francese che si muove tra arte e collezionismo e si contraddistingue per una grafica davvero sperimentale.
Profane ha un solo hobby: il dilettante, artista o collezionista, principiante o esperto, fervente ammiratore o creatore nel tempo libero.
Profane ha un credo: osservarlo, vederlo evolvere, avvicinarlo nel suo ambiente, mettere in discussione la sua pratica, da solo o in gruppo, sondare la sua passione segreta o la sua produzione privata.
Profane presenta un eroe ricorrente piuttosto che una disciplina e lo accoglie come ospite.
Profane parla di chi ama fare le cose, di chi trova un senso nella bellezza del gesto, lontano dagli spalti ufficiali.

Lingua: inglese
Dimensione: 15,6 x 23 cm
Numero di pagine: 252

ISSUE 15 - I am not a number

Digita le parole editoriale / amatoriale / collezione / Instagram / piacere / mani / make / trance / voli di fantasia / arredamento / collana / albero / cortile / uniforme / pagnotta.
Lascia che l'algoritmo faccia il suo lavoro. E aspetta. Un po. Ci piacerebbe vedere questa introduzione scriversi da sola davanti ai nostri occhi stupiti, in uno sforzo congiunto e gioioso tra macchina e umano, ma forse la nostra richiesta non è abbastanza chiara e specifica, poiché l'intelligenza artificiale è riluttante. Eppure, pieni di speranza, galvanizzati dal nostro editoriale di apertura (p. 6), mentre guardavamo apparire le immagini generate dalla codifica binaria, abbiamo pensato quello che l'intelligenza artificiale potrebbe fare all'arte.
La nostra riflessione parte dalla conferma che i robot estromettono l'uomo dalla sua stessa vita. Ma è ovvio che i dilettanti non si arrendono facilmente ai calcoli, preferendo esplorare strade irragionevoli e insondabili per raggiungere la felicità, il loro Eden.
E allora questo numero di Profane non segue nessun ordine del giorno, ma fiorisce senza vincoli. All'apertura di questo nuovo numero vaghiamo ovunque col lettore: dai social (p. 120) a un negozio in Puglia (p. 184), da una vegetazione da demiurgo (p. 164) a un caseggiato (p. 86), da una conchiglia (p. 130) a una fetta di pane (p. 226), da montagna (p. 30) a un ripostiglio (p. 96). Profano accoglie tutti coloro che vagano fuori dai sentieri battuti. Con buona pace dell'informatica.