Breathe n.65

$26.00

Breathe è una rivista che copre argomenti tra cui mindfulness, benessere, creatività e salute. Sulla scia di riviste come Flow e Frankie, è una fonte di ispirazione e una lettura per godersi momenti di relax.

ISSUE 65

In questo numero: Bevi durante la giornata – Chiacchiere allegre – A due passi – Capire il punto – Passaggio sicuro – Un bel momento – Scatena il tuo guerriero interiore – Chiaro e presente – Spettatore appassionato – Viaggio di andata e ritorno

"Se solo fossi andato direttamente a casa..." o che ne dici di "Se solo avessi capito cosa stava succedendo..."? Possono esserci poche volte in cui quella voce interiore critica grida più forte e aspramente che di fronte a un fallimento personale percepito nell'essere presente quando un amico, un familiare o un conoscente aveva bisogno di aiuto. Se ne va il pensiero razionale, entra in gioco l'auto-recriminazione di grande aiuto. Auto compassione?

Suona familiare? Questo perché molte persone hanno una propensione al rimprovero quando le cose vanno male, soprattutto se ciò comporta la sofferenza di un altro. Che si tratti di un parente più anziano che si rompe un osso in una caduta o di un amico che perde il cuore o i soldi a causa di un truffatore, è facile cadere nello schema di pensiero del "se solo...".

Eppure l’idea che qualcuno possa essere sempre a disposizione di ogni amico e familiare – e risparmiare loro momenti di sfortuna o di cattiva salute – è, in realtà, impossibile. Conoscere veramente i dettagli della vita di una sola persona è già abbastanza impegnativo, e individuare con precisione il momento in cui potrebbe essere appropriato intervenire e offrire aiuto è ancora più difficile.

Naturalmente, è naturale desiderare che le cose a volte siano andate diversamente, ma l’autorimprovero non è la risposta. Se possibile, prova a spostarlo un po’ e a fare spazio all’auto-compassione, che, si spera, col tempo, porterà consapevolezza che è giusto sentirsi tristi perché una persona cara sta attraversando un momento difficile senza assumersene la responsabilità personale.